Crea sito


DC Comics Presents

COPERTINA DC Comics Presents 10
Editore di Riferimento - DC Comics / Vertigo

Editore Italiano - Comic Art

Formato - Brossurato / colore

# 1/5 - 17x24.5 / 96 pagine
# 6/13 - 17x26 / 128 pagine

Periodicità

# 1/5 - bimestrale
# 6/13 - mensile

Numeri - 13

Periodo di Pubblicazione - da Agosto 1992 a Febbraio 1994



CRONOLOGIA DELLA SERIE

Circa un anno dopo la chiusura di Horror, la Comic Art inaugura una nuova rivista, formalmente centrata attorno ai "fumetti dell'Insolito", lasciando intendere una linea di continuità con la precedente esperienza.

Si trattò, in realtà, di un periodico con caratteristiche ben diverse. Per prima cosa cambiava il formato: aumentavano le pagine e spariva completamente il bianco/nero. Inoltre, come il suo titolo suggeriva, attingeva materiale dal solo serbatoio DC Comics (Vertigo in particolare). Sparivano quei brevi racconti "fulminanti" che rendevano ogni numero del vecchio periodico una piccola sorpresa (qui faranno capolino, solo un pugno di storie tratte da House of Mystery). Infine la rivista sarà centrata attorno a due/tre serie regolari di riferimento e a miniserie collegate. In altri termini, si trattava di una rivista "meno underground" e più "istituzionale", molto in linea con i periodici antologici di materiale americano, pubblicati da altri Editori.

Un ritorno ad una "normalità" forzata, dunque, se non fosse che il materiale ospitato dalla rivista era davvero eccezionale, spanne superiore a quasi qualunque altra serie pubblicata ai tempi. Ogni singola serie ospitata in questo periodico, sarebbe probabilmente, risultata, "titolo di punta" per quasi ogni altra rivista "normale" di fumetti americani.

La Comic Art aveva acquisito i diritti di pubblicazione della nascente etichetta Vertigo e intendeva utilizzare questo contenitore per valorizzarli al meglio. Dunque, proseguivano le serie di Swamp Thing (Alan Moore), Sandman (Gaiman) ed Hellblazer (Delano), dal punto in cui si erano interrotte con la chiusura di Horror. Si aggiungevano Shade, the Changing Man, folle rivisitazione del classico personaggio di Ditko, ad opera di Milligan e Bachalo, e alcune miniserie di tema molto contiguo come Books of Magic (Gaiman), Deadman: After Death (Baron/Jones) e Demon (Wagner). Invece, dalle pagine di All American Comics, veniva ripescata e portata a conclusione la serie classica di Deadman, curata da Neal Adams.

Con un indice di questo tipo ci si chiede come la rivista abbia potuto sopravvivere un solo anno, bissando in modo identico il destino della sfortunata Horror. E' sempre molto difficile dare delle spiegazioni sulla riuscita e il fallimento di un progetto editoriale, perchè molte sono le variabili e molte di queste sono influenzate da fattori estremamente contingenti.
Un elemento consolidato è che gli antologici di materiale americano (specie se di "alto costo") sono quasi sempre piaciuti poco, nel nostro Paese. A questo si aggiunga che, la maggior parte delle Serie Vertigo erano molto celebrate dalla critica, ma si prestavano molto poco ad una lettura "disimpegnata", quale quella che poteva evocare un periodico da edicola. Il futuro dimostrerà infatti che queste Serie funzioneranno soprattutto in Volumi da Libreria o, al più, in formato strettamente monografico.
L'elemento contingente era che il materiale Vertigo si stava affacciando per la prima volta, in Italia, e forse aveva bisogno dei tempi fisiologici, per essere metabolizzato opportunamente, dall'utenza cresciuta a pane e Uomo Ragno, e forse la Comic Art non era riuscita a trovare l'alchimia giusta per renderlo appetibile.

A onore del vero, non si possono imputare grandi responsabilità ai curatori che riuscirono, in ogni caso, a confezionare una rivista di alto profilo qualitativo anche nobilitata da un apparato redazionale (articoli, interviste) assolutamente all'altezza.

La Serie DC Comics Presents della Comic Art ha proposto le seguenti pubblicazioni originali della DC/Vertigo:

Serie Principali

Sandman (DC, 1989) - 2/14 - (Sandman) - [13]

Swamp Thing (DC, 1972) - 8 - (Swamp Thing) - [1]
Saga of Swamp Thing (DC, 1982) - 23/33 - (Swamp Thing) - [11]
Swamp Thing Annual (DC, 1985) - 2 - (Swamp Thing) - [1]

Hellblazer (DC, 1988) - 7/9, 11/12 - (John Constantine) - [5]
Hellblazer Annual (DC, 1989) - 1 - (John Constantine) - [1]

Shade, the Changing Man (DC, 1990) - 1/4 - (Shade) - [4]

Altre Serie

Strange Adventures (DC, 1950) - 215/216 - (Deadman) - [2]
Brave and the Bold (DC, 1955) - 86 - (Batman & Deadman) - [1]
Deadman: Love After Death (DC, 1989) - 1/2 - (Deadman) - [2]

Demon (DC, 1987) - 1/4 - (Demon) - [4]

Death: The High Cost of Living (DC, 1993) - 1/3 - (Death) - [3]

Books of Magic (DC, 1990) - 1/2 - (Tim Hunter) - [2]

Private Files of the Shadow (DC, 1989) - 1 - (Shadow: In the Toils of Wing Fat) - [1]

Storie Brevi

House of Mystery (DC, 1951) - 180 - (Comes a Warrior) - [1]
House of Mystery (DC, 1951) - 180 - (Scared to Life) - [1]
House of Mystery (DC, 1951) - 191 - (Night Prowler) - [1]
House of Mystery (DC, 1951) - 204 - (All in the Family) - [1]

Death talks about Life (DC, 1994) - One-shot - (Death) - [1]


Dopo la chiusura della rivista, le singole serie proseguiranno in monografici da edicola di basso costo, a cura della stessa Comic Art.

In seguito, la Magic Press rileverà i diritti di tutto il materiale Vertigo e ristamperà completamente il Sandman di Gaiman in volumi da libreria (sia in formato brossurato che cartonato). Ristamperà in albi spillati lo Swamp Thing di Alan Moore e proseguirà in volumi da libreria la serie di Hellblazer. Ristampa in volume anche per i Books of Magic.

Bisognerà aspettare la Planeta DeAgostini per una ristampa organica dei primi numeri di Hellblazer (compresi quelli lasciati inediti dalla Magic Press) e del Deadman di Neal Adams. Lo stesso editore propose nuove ristampe di Sandman e Swamp Thing (in formato Cartonato). La RW-Lion, oltre a proseguire la politica di ristampa del materiale Vertigo classico, per prima, ha deciso di riproporre in volumi lo Shade di Milligan.


home page - editori - comic art